Lo Spread fa aumentare la rata dei mutui?

Lo spread (per quei pochi che non lo sapessero) è il differenziale di rendimento tra i BTP a 10 anni italiani e quelli di uguale durata tedeschi. Se la differenza è 300 per esempio la differenza di rendimento può arrivare a 3 punti base il che significa che lo Stato Italiano è costretto a pagare maggiori interessi e di conseguenza è maggiormente indebitato. Ovviamente parliamo dei BTP a tasso variabile.

Si fa un gran parlare in questi giorni di come l’aumento dello spread faccia aumentare la rata dei mutui. Anche in questo caso parliamo di mutui a tasso variabile perchè i mutui a tasso fisso non risentono delle variazioni di mercato ( ecco perchè all’inizio i mutui a tasso fisso convengono di meno rispetto a quelli variabili, ma di quest’aspetto ne parleremo in un prossimo articolo), però non tutti sanno che i mutui a tasso variabile hanno come riferimento il tasso EURIBOR: in poche parole è il tasso con il quale le banche si scambiano denaro, una sorta di fiducia reciproca delle banche o istituti di credito. In un periodo come questo in cui la Banca Centrale Europea (BCE) da anni sta immettendo sul mercato liquidità, il fatto che ci sia molta liquidità spinge questo tasso ad essere addirittura negativo, anche se vicino lo zero. Quindi per i mutui già in essere non c’è alcuna correlazione tra l’aumento dello spread e l’aumento della rata del mutuo a tasso variabile, questo nell’immediato, tutto dipende da cosa fa la BCE perchè è lei che cambia il tasso Euribor con l’immissione o la stretta di liquidità.

Il problema, o meglio la correlazione esiste nel momento in cui nascono nuovi mutui, perchè l’aumento del differenziale potrebbe rendere più oneroso per le banche la raccolta del denaro, soprattutto se è la stessa banca ad acquistare i titoli di Stato che essendo più “insicuri” porterebbe ad un appesantimento dei bilanci e pertanto il tasso sui mutui dovrà essere per forza più elevato

Abbiamo cercato di spiegare in maniera molto facile, ma non approssimativa, qualche dinamica che si può scatenare con l’aumento con lo spread, questo avviene in condizioni normali tralasciando tutte le dinamiche di marketing che qualsiasi istituto di credito potrebbe perseguire

Rispondi

Name and email address are required. Your email address will not be published.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <pre> <q cite=""> <s> <strike> <strong> 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: