Piccoli Trucchi per investire bene in Borsa

Partiamo subito con un concetto base dell’educazione finanziaria: si investe in Borsa se, per dirla in parole povere, SI HANNO SOLDI DA BUTTARE

Infatti il denaro, o meglio il risparmio per gestirlo al meglio deve soddisfare prima la propria salute (magari con prodotti assicurativi sulla propria persona) poi la pensione (o comunque quel periodo in cui non potremmo, o non vorremo, lavorare) e poi si può pensare a toglierci qualche soddisfazione.

Prima regola riguarda il FAI DA TE. L’era del fai da te dove uno investiva e disinvestiva denaro chiamando semplicemente la banca E’ FINITA. Oggi si investe tramite piattaforme (la più famosa è Bloomberg, oppure Plus500) e qui possiamo dare la seconda regola: CERCARE DI CAPIRE QUALE SIA LA PROPRIA PROPENSIONE AL RISCHIO. Propensione che viene calcolata in percentuale che si può permettersi di perdere sul capitale investito. Infatti queste piattaforme permettono attraverso algoritmi quali siano i migliori comparti in cui piazzare il risparmio in base alla propensione al rischio. Se la propensione è bassa, per esempio, la piattaforma investirà su titoli di Stato, prevalentemente.

La parola “prevalentemente” ci porta alla terza regola: DIFFERENZIARE. Per questo intervengono quelli che sono i fondi comuni di investimento o SICAV, nei prossimi articoli cercheremo meglio di capire meglio queste differenze. Comunque la differenziazione è una regola cardine, che dipende sempre dalla propria propensione al rischio

Un’ultima regola, almeno quelle basilari, poi per i trucchetti ne parleremo nei prossimi articoli, è il TEMPO. Mettetevi l’anima in pace: il mercato borsistico è lo strumento più redditizio per i propri risparmi, ma ad una condizione: che quel capitale investito abbia il tempo per dare i suoi frutti. Seguendo sempre la differenziazione, quel capitale attraverso le piattaforme nel tempo può cambiare comparto (es. da titoli tecnologici a immobiliari) e quindi sopperire a periodi di stress. Dall’inizio del secolo scorso si è notato come la Borsa abbia avuto picchi positivi ed improvvise impiccate, ma il trend è sempre stato in aumento, se volete speculare è un conto, ma se si vuole essere educati finanziariamente bisogna dare un tempo di almeno dieci anni affinchè quel capitale investivo abbia i propri frutti

Rispondi

Name and email address are required. Your email address will not be published.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <pre> <q cite=""> <s> <strike> <strong> 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: